Comau presenta l’ultimo innovativo robot Racer3

Racer3 leggero, estremamente veloce e compatto, nasce per essere il nuovo paradigma delle proposte del gruppo di Grugliasco.

Nel magnifico contesto del Castello di Rivoli, magistrale accostamento tra storia e arte contemporanea, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di quello che Comau stessa definisce il nuovo paradigma tra le proprie proposte.

L’occasione è di quelle che richiedono la presenza dei vertici aziendali così che sul palco si sono succeduti inizialmente Tobias Daniel, Responsabile della divisione robotica per l’Europa e l’America e Maurizio Cremonini, Responsabile marketing di Comau, lasciando poi le considerazioni conclusive a Mathias Wiklund, COO della divisione robotica.

Comau non è certo nuova a presentazioni in grande stile, ma l’evento dello scorso 17 giugno ha un sapore speciale perché speciale è il nuovo Racer3 nonché la fase storica di sviluppo dell’azienda.

«I prossimi 5 anni ci vedranno impegnati in grandi sforzi per fare ciò che altri non fanno nel campo della robotica – dice

Tobias Daniel. Quello di oggi è solo il primo passo in questa direzione che ci vedrà sempre più vicini alle esigenze dei nostri clienti».

«Essere globali, ovvero vicini fisicamente ai nostro clienti, innovativi e capaci di offrire soluzioni intelligenti è la ricetta che ci porterà al successo – spiega Cremonini. L’automazione ricopre un ruolo fondamentale nella nostra società oltre che nelle aziende manifatturiere, per questo la nostra attenzione è orientata su quelli che definiamo i driver che ci devono condurre verso il futuro.

Una società che invecchia, la sostenibilità che significa ecologia ed efficienza energetica, il livellamento della qualità della vita tra occidente e estremo oriente, l’impiego sempre più intenso di Internet, sia nella vita di tutti i giorni sia nelle aziende, il fenomeno di nearshoring che coinvolge soprattutto gli OEM in virtù di un time to market sempre più breve, sono tutte considerazioni alle quali non possiamo sottrarci se vogliamo rispondere con prodotti e soluzioni che siano al contempo di alta qualità, flessibili ed economicamente vantaggiose in tutti i settori applicativi in cui la robotica avrà un ruolo sempre più importante».

Parole pienamente condivise da Mathias Wiklund che suscita ancora più curiosità quando afferma che «Comau ha in serbo per il futuro prossimo molte altre novità figlie di un nuovo modo di affrontare il mercato che mette al primo posto le necessità del cliente. Il nostro gruppo è presente in ben 17 paesi nel mondo e stiamo crescendo in fretta anno dopo anno, ma il cuore è qui in Italia patria del design, del gusto del bello, e quindi anche i nostri robot dovranno attenersi allo stile del nostro paese pur continuando a garantire agli utilizzatori le elevate performance attese per migliorare la produttività in azienda e incrementare il proprio business».

Sinuoso come un serpente

L’occhio vuole la sua parte recita il proverbio, e infatti Racer3, al di là delle prestazioni, è anche bello da vedere. Sinuoso e rapido nei movimenti, esso mantiene l’ormai consueto investimento in design e stile dando vita a un robot che abbina alle performance la bellezza.

Vediamo però dal punto di vista tecnologico cosa offre di nuovo Racer3.

Costruito interamente in alluminio e magnesio, esso pesa solo 30 kg e sfrutta uno sbraccio massimo di 630 mm per una portata al polso di 3 kg. Grazie alle dimensioni compatte e all’estrema velocità – fattore che in test preliminari condotti da Comau lo lauera più veloce nella propria categoria – il robot è perfetto per settori produttivi quali food& beverage, elettronica, plastica, lavorazione metalli ecc. e per applicazioni quali assemblaggio, handling, asservimento macchine, dispensing e pick&place rapidi ecc. che richiedono il massimo della precisione e della rapidità in spazi di lavoro ridotti.

La rigidità che caratterizza Racer3 garantisce velocità, precisione e ripetibilità in ogni fase di lavoro cui è chiamato. Il corpo del robot, inoltre, è cavo e ciò consente un passaggio fluido dei cablaggi al suo interno e il massima della flessibilità nei movimenti.

A sottolineare l’evoluzione delle proposte targate Comau, e l’inizio della nuova fase per l’azienda, è anche l’elegante combinazione di colori, nero e grigio metallizzato, che distingue Racer 3 dai più potenti robot di colore rosso che continuano a servire ogni settore manifatturiero da oltre 40 anni.

Primo di una nuova generazione di robot per la General Industry, Racer3 rappresenta un esempio concreto di Ricerca& Sviluppo intensiva, fattore che ha contribuito a posizionare Comau tra i leader di settore.

 

Perchè Racer3?

I robot industriali antropomorfi, anche con payload medio (30kg – 100kg) sono spesso troppo grandi e troppo costosi per le applicazioni in quella che si definisce General Industry. Queste macchine, infatti, sfruttano sbracci importanti, payload molto significativi e controlli sofisticati.

I robot compatti, invece, sono molto più semplici da installare e utilizzare, si possono muovere e utilizzare per diversi scopi e sfruttare, così, la loro grande flessibilità.

Per soddisfare queste esigenze Comau ha sviluppato questo robot leggero, compatto e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo – fattore molto importante anche per i mercati emergenti – che, a partire dalla precisione e dall’affidabilità che caratterizzano da sempre le macchine della multinazionale torinese, possa garantire la medesima velocità, precisione, ripetibilità dell’offerta attualmente presente sul mercato.

Racer3 è un contorsionista nato che può flettersi come un serpente fino a chiudersi completamente su sé stesso come una forbice, facendo sì che la flangia possa scendere sotto l’Asse 1. Può inoltre chiudersi completamente, come un libro, portando il polso verso il corpo affinché possa girare, alla massima velocità, sull’Asse 1 senza entrare in collisione con altri strumenti presenti nello spazio attiguo.

La simmetria compatta che lo caratterizza mette in equilibrio fluidità e movimenti emulando in maniera sinuosa la natura; il rapporto 1:1 tra braccio e avambraccio stimola l’idea di dinamismo delle linee in una sorta di naturale spinta in avanti.

Comau Racer3 unisce, quindi, aspetti estetici ad elevate performance. Il robot, grazie alla propria struttura rigida e alla base estremamente stabile, assicura elevate precisione e ripetibilità, oltre a garantire il tempo ciclo record di 0,36 secondi per Pick&Place su ciclo standard e carico di 1 kg al polso.

Dettagli di progettazione

Il processo di design di Racer3 è stato caratterizzato da tre obiettivi: il robot doveva subito essere riconosciuto tra i membri della “famiglia Racer”; doveva essere la metà della dimensione delle macchine della medesima famiglia che lo hanno preceduto, ma senza sacrificare alcun tipo di caratteristica e performance che ha caratterizzato i modelli precedenti; doveva possedere una evidente sinergia tra aspetti estetici e aspetti di pura performance. Inoltre occorreva rispettare il doppio obiettivo di garantire un’ampia area di lavoro da combinare alla stabilità, a sua volta richiesta dalla necessità di garantire una costante precisione e ripetibilità.

Racer 3 è stato di conseguenza pensato con una superficie curva coniugata all’architettura del braccio. Ad onore del vero è tutto il braccio a godere di un design speciale che si caratterizza per uno scartamento di 50 millimetri sull’asse 2 e l’asse 3 fattore che aumenta significativamente l’area di lavoro.

A questo si è aggiunta la progettazione di un robot a corpo cavo in grado di alloggiare all’interno i cablaggi per una produzione in sicurezza e senza alcun impedimento. La flessibilità è stata infine rispettata anche grazie alle infinite opportunità di installazione.

 

Come ordinare in farmacia online al miglior prezzo? La definizione di disfunzione sessuale persistente incapacità di mantenere un’erezione soddisfacente, agire secondo le stime, più di venti milioni di uomini negli Stati Uniti da soli. Incondizionatamente più popolari è Kamagra. Questioni come “Cialis negli Regno Unito” e “” sono molto popolari ora. Per tutti si sa si legge su “”. Diverse farmacie lo descrivono come “”. Diversi antidepressivi possibile aggiungere a disfunzioni desiderio sessuale, per cui il suo significativo per collaborare con il farmacista in modo che la prescrizione può essere adattata alle proprie esigenze. Ci sono rischi possibili con alcuno tipo di droga. Mai prendere più della dose raccomandata di Kamagra. Se si immagina che si potrebbe avere preso una dose eccessiva di questo rimedio, andare al pronto soccorso del locale ospedale in una sola volta.

Articoli correlati

COMAU lancia MATE ad AUTOMATICA 2018
KUKA Roboter Italia inaugura la nuova sede
Il nuovo SCARA FANUC definisce un nuovo standard di produttività