Fresatura di acciaio: la qualità GC1130 Sandvik Coromant

Nella fresatura di acciaio l’elevata affidabilità della qualità GC1130 si rivela vincente.

Per le operazioni di fresatura di acciaio, le officine meccaniche alla ricerca di metodi di lavorazione sicuri, con una durata utensile lunga e prevedibile,  possono ora affidarsi alla qualità GC1130 realizzata con Zertivo™, una tecnologia di produzione esclusiva di Sandvik Coromant. La GC1130 aiuta a gestire condizioni di lavorazione difficili grazie a un tagliente che rimane pulito e intatto, assicurando volumi elevati di truciolo asportato e ottime prestazioni sia con che senza refrigerante. La qualità viene proposta come scelta prioritaria per le frese dedicate alla fresatura di spallamenti, CoroMill® 390 e CoroMill® 490, e per la fresa per smussi CoroMill® 495.

Sfaldamento, scheggiature e microfessurazioni termiche sono problemi comuni durante le operazioni di fresatura di acciaio, soprattutto quando i percorsi utensile sono sfavorevoli, le cavità profonde o si utilizza refrigerante. La qualità GC1130 è stata sviluppata appositamente per aiutare i tecnici di produzione a contrastare gli effetti indesiderati legati a breve durata utensile e produzione instabile. Fabbricata con Zertivouna tecnologia di produzione esclusiva che ne amplifica i vantaggi, questa qualità garantisce una maggiore sicurezza del filo tagliente e un minore sfaldamento. Inoltre, un substrato a grana fine ad alto tenore di Cr offre grande resistenza alle microfessurazioni termiche generate dalle variazioni di temperatura durante la lavorazione, contribuendo a rendere lunga e affidabile la durata utensile.

Secondo Mikael Eiritz, Product Manager presso Sandvik Coromant per le qualità dedicate alla fresatura di acciaio: “Quando si pensa alla sicurezza di lavorazione, la scelta della geometria e della qualità degli inserti è importante quanto quella dell’utensile. È l’insieme costituito da utensile e inserto a decidere le prestazioni globali in una certa operazione. Spesso, utilizzando la qualità GC1130, i clienti possono passare da un componente all’altro senza dover interrompere la produzione. E ciò consente loro di risparmiare tempo e denaro.

Quando è necessaria la fresatura di spallamenti ripetuti, la combinazione tra GC1130 e CoroMill 490 assicura un’azione di taglio leggera e un profilo così liscio da ridurre sensibilmente la necessità di ricorrere all’operazione di finitura. Disponibile anche per CoroMill 390, questa qualità dà il meglio di se stessa quando si tratta di lavorare profili geometrici differenti. Oltre a conferire sicurezza e prevedibilità alla lavorazione in condizioni difficili, la gamma include diversi fftipi di utensili e un’ampia scelta di raggi di punta. Le possibili applicazioni sono la fresatura di acciaio di spallamenti, la lavorazione di piani inclinati lineari ed elicoidali, la torni-fresatura, la fresatura di spallamenti profondi, la bordatura e l’esecuzione di tasche.

Nelle applicazioni che richiedono operazioni di smussatura senza problemi su vari tipi di acciaio, l’associazione tra CG1130 e CoroMill 495 riduce i tempi di fermo e aumenta il tasso di utilizzo delle macchine. Oltre alla smussatura di fori e bordi, altre applicazioni tipiche sono gli smussi in tirata, la preparazione alla placcatura e la sbavatura.

Thomas Wikgren, Product Manager presso Sandvik Coromant per la fresatura di spallamenti, conferma: “Con la qualità GC1130, si può senz’altro contare su livelli superiori di sicurezza di processo, produttività e durata utensile. In fin dei conti, quello che cercano i nostri clienti è una combinazione affidabile tra utensile e inserto che li aiuti a ridurre il costo per componente.”

 

 

 

Related Posts

Il nuovo Sandvik CoroBore® 825 antivibrante ottimizza sicurezza e produttività
EMO 2019 – anticipazioni da Sandvik Coromant
Prodotti di elevata qualità, un servizio senza eguali e un gruppo in costante espansione