Sandvik Coromant ha presentato alla BIMU le nuove soluzioni “connesse”

Con Sandvik Coromant la connettività passa per gli utensili.

In un’era di trasformazione digitale delle lavorazioni, in cui il dialogo uomo-macchina sta subendo e subirà grandi trasformazioni, anche gli utensili contribuiscono in modo decisivo all’evoluzione del processo produttivo. La digitalizzazione nell’ambito della produzione è sempre più importante per il futuro successo delle officine meccaniche di tutto il mondo; tuttavia intraprendere questo viaggio comporta affrontare sfide complesse. Al fine di aiutare i produttori a superarle, Sandvik Coromant ha sviluppato soluzioni digitali in grado di supportarli a procedere verso un futuro di soluzioni “connesse”.

Il tema che ha avvolto la recente BIMU 2016 è stato senza dubbio quello della fabbrica digitale, basato sulla connettività tra le macchine presenti in officina, ma anche su una nuova gestione dell’intero processo produttivo dalla progettazione, pianificazione della produzione, attraverso la lavorazione, sino all’analisi post-processo e intelligence.

sandvik-2Da queste considerazioni Sandvik Coromant, in occasione della kermesse milanese, ha presentato le nuove soluzioni basate sulla connettività progettate per aiutare i produttori a ottimizzare le lavorazioni e il processo decisionale.

«Crediamo sia nostra responsabilità aiutare le officine meccaniche a tenere il passo con i più recenti sviluppi dell’industria – afferma Giampiero Pavese. E lo faremo durante una fase molto importante in cui metteremo a frutto il lavoro svolto in questi anni che ha portato alla creazione di un Team Product Management “globale” per servire l’Europa Sud Est. Ora è il tempo di passare alla fase successive lavorando ancora più vicini alla vendita. Condividendo con loro e i nostri Clienti sfide ed opportunità. Tre sono i nostri obiettivi: contribuire alla creazione di un programma profittevole di prodotti e soluzioni nel corto e lungo termine in settori prioritari; contribuire alla crescita della vendita promuovendo i prodotti esistenti e supportando l’introduzione di nuovi prodotti e soluzioni; e supportare la conoscenza dei prodotti e delle applicazioni e la crescita generale della competenza tecnica. Il tutto sfruttando le opportunità messe a disposizione dalle nuove soluzioni basate sulla connettività. Da settembre 2016, oltre al nostro sito altamente interattivo, è disponibile la nuova piattaforma Ifind che racchiude la nostra offerta digitale. Essa offre un facile accesso a una serie di soluzioni digitali aperte da Sandvik Coromant ed è disponibile sia come applicazione per smartphone, sia come widget sul sito web di Sandvik Coromant».

In evidenza alla BIMU sono state illustrate soluzioni digitali che variano tra app, calcolatori e software, quali Machining Calculator (per ottenere i migliori dati di taglio sulla base dei parametri di lavoro), Insert Identifier e Tool Builder, sino a Productivity & Payback (per calcolare la produttività e il ritorno sugli investimenti) e Manufacturing Economics, oltre al Publications (per consultare e lavorare con i cataloghi digitali) e all’Online Offer che aiuta i clienti a trovare utensili, soluzioni e informazioni su qualsiasi dispositivo, in ufficio, in officina o in viaggio.

Ulteriori soluzioni basate sul digitale, viste in fiera, includono lo strumento CoroGuide® online (disponibile su qualsiasi dispositivo) per i produttori che richiedono raccomandazioni sugli utensili e relativi dati di taglio più economici per applicazioni specifiche sui diversi materiali dei particolari. I visitatori hanno scoperto anche la libreria utensili Adveon™ che offre agli utilizzatori un modo rapido e sicuro di creare ed esportare, assiemi ai sistemi CAM o ai software di simulazione, oltre al programma gratuito di formazione online MCT e-learning (Metal Cutting Technology), in grado di consentire ai tecnici di produzione e agli studenti di rimanere al passo con le più recenti tecnologie del taglio dei metalli e relative tecniche.

Dice Gianfranco Bianco Marketing Communication Specialist: «Ifind è la risposta giusta ad ogni esigenza. Interessa al programmatore CAM che necessita di informazioni su utensili, dati di taglio, disegni cad/cam; ma è fondamentale anche per l’operatore il quale ha bisogno di conoscere i dati di taglio iniziali, la disponibilità a stock, le differenza tra prodotti ecc. Il reponsabile degli acquisti, invece, può sfruttare Ifind per avere a disposizione prezzi e disponibilità, la tracciabilità e il punto delle consegne; mentre il direttore di produzione può monitorare l’incremento della produttività e ampliare le competenze; infine esso è un valido supporto per gli studenti che possono in questo modo avere più consapevolezza del mercato, ampliare le loro conoscenze e incrementare le proprie opportunità di carriera».

La domanda a questo punto sorge spontanea: come fanno gli utensili a trasferire per la successiva analisi l’enorme mole di dati che arrivano dalla connettività durante la lavorazione? La risposta sta nella piattaforma Sandvik Coromant CoroPlusTM. «I nostri utensili – prosegue Bianco – potranno essere dotati di soluzioni CoroPlusTM. Il che significa che sfrutteranno una piattaforma software che congloba la progettazione e la pianificazione (CoroPlusTM Tool Guide e Libreria Utensili AdveonTM), l’analisi e il controllo della lavorazione (CoroPlusTM Enterprise) e la connettività durante la lavorazione (con le soluzioni attuali Silent Tools TM+, CoroBore®+ e Promos 3+). Quest’ultima sfrutta informazioni sugli utensili provenienti da sensori, a partire dal tagliente, un sistema IoT di monitoraggio della macchina per una maggiore sicurezza durante il processo di lavorazione e una configurazione semplice degli utensili da remoto».

 

Related Posts

Preconsuntivo UCIMU – trend positivo, Industria 4.0 e la Cina il futuro
CoroPlus® porta la connettività nella produzione
Sandvik Coromant l’utensile connesso