USA, fiducia nell’industria manifatturiera

L’industria manifatturiera USA sempre più competitiva.

Secondo il Boston Consulting Group, gli USA si stanno affermando come il Paese a più basso costo per l’industria manifatturiera tra le economie più avanzate. Il rapporto prevede che entro il 2015  altre nazioni quali Germania, Giappone, Francia, Italia e Regno Unito saranno meno competitive, avendo costi medi per l’industria manifatturiera  fra l’ 8 e il 18% più alti rispetto a quelli degli Stati Uniti. Il vantaggio competitivo americano pare sia legato ai costi del lavoro, al gas naturale e all’elettricità. Sempre secondo il Boston Consulting Group questa maggiore competitività dell’industria manifatturiera USA eroderà il 5% delle esportazioni totali dei paesi citati entro la fine del decennio. La continua fiducia dell’industria manifatturiera si riflette anche nella richiesta di spazi espositivi per IMTS -The International Technology Manufacturing Show 2016 che si terrà nei giorni 12-16 settembre 2016, la principale fiera tecnologica industriale del Nord America, organizzata dall’associazione americana per la tecnologia di produzione AMT. IMTS pare destinata quindi a bissare se non superare la già eccellente edizione 2014. Secondo gli organizzatori  la nuova edizione promette ancora di più: a oggi, a quasi un anno dall’evento si registrano il 9 % di spazio espositivo in più e il 16% di espositori in più rispetto al 2014. Con oltre 2000 espositori la disponibilità di spazi espositivi è ormai estremamente limitata.

 

 

Articoli correlati

IMTS 2018 – si riconferma forte la presenza italiana
MEWATEX, il panno eco-friendly
Cresce l’industria italiana delle pompe