AMB, SchäferAMB si presenta con buone premesse affinché l’industria delle macchine utensili affronti con successo le sfide imminenti

Dalla AMB, la Fiera internazionale specializzata nella lavorazione dei metalli che si terrà a Stoccarda dal 13 al 17 settembre, l‘Unione tedesca dei produtti di macchine utensili (VDW) si aspetta soprattutto un nuovo orientamento dopo lo shock di Brexit. Il dottor Wilfried Schäfer (nella foto), direttore generale della VDW, è sicuro che, in futuro, questo settore chiave riuscirà comunque a conservare e consolidare la sua posizione di leadership a livello mondiale.

Dottor Schäfer, cosa significa Brexit per i produttori tedeschi di macchine utensili?

Da un punto di vista politico, il voto dei britannici a favore dell’uscita dall’UE è uno shock. Porta a un’insicurezza generale dell’economia europea e a una perdita di fiducia fra i partner commerciali internazionali. La situazione dipenderà in misura determinante dai piani futuri e dalla rapidità con cui la politica riuscirà a tranquillizzare i mercati e gli investitori.

Al di là di Brexit, dove si trovano le sfide e le opportunità principali per i produttori di macchine utensili?

Ci sono buone premesse affinché l’industria delle macchine utensili affronti con successo le sfide imminenti. Con una partecipazione alle esportazioni di circa il 70%, essa è così ben strutturata da poter soddisfare ovunque, in tempi rapidi, una crescita della domanda. Questo è fondamentale, considerando i rivolgimenti di molti mercati e la debole domanda cinese, che costringono all’identificazione e all’analisi costanti di nuovi mercati in crescita.

La politica pone condizioni generali essenziali. Come farà a dare il suo sostegno al settore?

Per le medie aziende produttrici di macchine utensili, sarebbe d’aiuto disporre di maggiori incentivi statali per la ricerca. Attualmente vengono poco sovvenzionate le medie aziende più corpose, cioè quelle che contano fra 500 e 2.000 impiegati, tipiche dell’industria delle macchine utensili; non rientrando nella definizione di media azienda, esse non sono incluse nei programmi di sostegno dell’UE.

Davanti a questo sfondo dove si situerà, secondo Lei, la produzione delle macchine utensili fra cinque o dieci anni? Riuscirà a difendere il suo ruolo di leadership?

Siamo molto ottimisti nella previsione che il settore riuscirà a conservare e a potenziare il suo ruolo di leadership. Le premesse trovano riscontro negli sforzi continui nella ricerca e nello sviluppo e nell’analisi persistente dei mercati in crescita.

Quali impulsi si attende dalla AMB 2016? Quali saranno i punti focali espositivi degli associati della VDW?

Negli anni pari, la AMB offre ai suoi visitatori una piattaforma ideale per orientare gli investimenti alle tecniche di produzione. Dalla prossima AMB ci aspettiamo di chiarire la disponibilità degli investimenti per il resto dell’anno in Germania e in Europa.

Related Posts

monoBLOCK Excellence Factory – digitale e automatizzata
Coronavirus -Il messaggio del Dr. Mori e di Mr. Thönes di DMG MORI
Emo Milano 2021 – Luigi Galdabini commissario generale