BIEMH 2016 conferma la ripresa del settore

BIEMH, 30 maggio – 4 giugno 2016, cresce e supera le ultime tre edizioni.

A quattro mesi dall’evento, la BIEMH ha già superato la cifra finale di occupazione ottenuta nella scorsa edizione, grazie alla prenotazione dello spazio espositivo da parte di 1183 aziende, che collocheranno il proprio stand nei cinque padiglioni del complesso fieristico. Dall’inizio della campagna commerciale lo scorso giugno, l’evento ha dato prova di percentuali di crescita molto significative rispetto a tutti i parametri registrati nell’analogo periodo della scorsa edizione.

Questi sono i dati che sono stati presentati ieri in conferenza stampa ai mezzi di comunicazione nazionali e internazionali e alla stampa generalista e specializzata proveniente da diversi paesi europei. Alla conferenza stampa erano presenti Arantza Tapia, Assessore per lo Sviluppo Economico e la Competitività del Consiglio regionale del Paese basco e Presidente del Consiglio di Amministrazione del Bilbao Exhibition Centre, Xabier Basañez, Direttore Generale di BEC, Xabier Ortueta, Direttore Generale di AFM, Associazione Spagnola dei Fabbricanti di Macchine, Accessori, Componenti e Attrezzatura, e Jorge García, Presidente di AIMHE, Associazione degli Importatori di Macchine e Attrezzatura. Il programma dell’appuntamento è suggellato da una visita agli stabilimenti di Danobat, Delteco y AIC-Automotive Intelligence Center, in rappresentanza delle aziende fabbricanti, importatrici e utenti.

Così, dopo un esercizio in cui l’attività industriale ha consolidato il suo recupero con un chiaro aumento interannuale dell’indice di produzione e il miglioramento dei principali indicatori economici, le prospettive per quest’anno sono positive e gli effetti sulla prenotazione degli spazi espositivi, più che evidenti.

Proprio grazie a questa situazione, tra gli espositori finora registrati spicca la presenza di nuove aziende e di quelle che tornano con una fiducia rinnovata dopo la parentesi della crisi, che rappresentano il 20% del totale delle aziende iscritte ad oggi. Rispetto ai settori, crescono specialmente quello delle attrezzature (26%) e macchine per la deformazione (15%), così come quello della robotica, della manipolazione (10%) e dei software per la fabbricazione e lo sviluppo di prodotto (6%), conformando uno spazio di soluzioni avanzate in cui parteciperanno aziende di macchine di rimozione, componenti, accessori, servizi, metrologia, controllo qualità, macchine per la saldatura e ossitaglio e altre.

Fuori dal nostro paese, le aziende stanno valutando l’opportunità offerta dalla BIEMH in un contesto di recupero della domanda interna; pertanto, l’internazionalità dell’evento prende poco a poco forma con la conferma di espositori provenienti da un totale di 20 paesi (Germania, Italia, Svizzera, Portogallo, Francia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Turchia, Taiwan, Danimarca, Belgio, Austria, Giappone, Stati Uniti, Svezia, Finlandia, Paesi Bassi, Cina, Polonia e Bulgaria).

Tutte queste aziende trasformeranno la BIEMH in una grande “fabbrica del futuro”, che offrirà le chiavi per comprendere le sfide dell’industria 4.0 e dei suoi nuovi paradigmi di lavoro. In essa avranno la priorità concetti relativi all’applicazione dell’intelligenza Internet ai processi produttivi, le cosiddette “smart solutions”, che rispondono a una scommessa strategica (anche in quanto paese) in linea con il Piano di specializzazione intelligente Europa 2020. Il Governo Basco ha infatti recentemente varato tre programmi da 5,2 milioni di euro rivolti all’implementazione elettronica, all’informatica e alla comunicazione (TEIC) per le industrie manifatturiere, a supporto di progetti di trasferimento del know-how tecnologico.

UN ANNO CHIAVE PER IL CONSOLIDAMENTO DELLA COMPETITIVITÀ

Le aziende affrontano quest’anno come momento chiave per consolidare la propria competitività attraverso la modernizzazione delle macchine di produzione e lo sviluppo di nuovi progetti di investimento in tecnologia. In questo contesto, la BIEMH si pone come un’opportunità unica per conoscere direttamente le soluzioni più adeguate al fine di offrire un prodotto intelligente fabbricato in maniera intelligente.

In ambito internazionale, è in atto una campagna intensiva di captazione di visitatori nei paesi segnalati dagli espositori come prioritari per l’esportazione di macchine e attrezzature, quali Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Svezia, Polonia e Turchia in Europa, oltre a Cina, India, Stati Uniti, Messico e Colombia. Il team commerciale dell’evento si è recato personalmente in buona parte di tali paesi e sta mettendo a punto l’agenda per le prossime visite in Germania, Regno Unito e India.

L’obiettivo finale del viaggio dei responsabili della BIEMH è l’identificazione di acquirenti internazionali per il programma di delegazioni, un lavoro che stanno svolgendo in collaborazione con distributori, importatori e associazioni di settore, agenti, uffici SPRI all’estero e camere di commercio.

Inoltre, grazie ai segni di ripresa mostrati dal mercato interno, il team di organizzazione dell’evento si impegnerà al massimo per agevolare la visita di acquirenti nazionali strategici, sulla base delle indicazioni degli espositori stessi.

ADDIT3D PERMETTERÀ DI CONTESTUALIZZARE LA FABBRICAZIONE ADDITIVA

Il Bilbao Exhibition Centre e Addimat, l’Associazione Spagnola delle Tecnologie di Fabbricazione Additiva e 3D, compiranno un ulteriore passo avanti nel loro impegno con la fabbricazione avanzata dell’organizzazione di ADDIT3D, la prima fiera in Spagna rivolta esclusivamente ai professionisti della fabbricazione additiva e 3D, che si terrà a maggio prossimo. Le aziende del settore hanno accolto questa iniziativa con grande interesse poiché, a detta loro, permette di contestualizzare la fabbricazione additiva e 3D nell’ambito delle tecnologie di fabbricazione, oltre a darle visibilità e dinamismo commerciale.

Nell’area espositiva di ADDIT3D saranno presenti aziende di sistemi, macchine, materie prime, ricerca e sviluppo, applicazioni industriali, materiali di consumo, servizi, software, scanner e formazione. Inoltre, di organizzazione dell’evento sta mettendo a punto un ampio programma di conferenze di attività, cui convergeranno un parte divulgativa e tecnica, e un’altra incentrata sulla presentazione di prodotti e applicazioni innovativi, al fine di poter toccare con mano i vantaggi offerti da queste tecnologie.

WORKINN, UNICA FIERA DEL LAVORO INDUSTRIALE DEL PAESE

Parallelamente alla BIEMH avrà luogo WORKinn, un foro sull’occupazione e sulla formazione rivolto ai giovani, il cui obiettivo è quello di avvicinare il mercato e l’offerta lavorativa del settore delle macchine e attrezzature agli studenti, futuri candidati alle assunzioni da parte delle aziende del comparto.

Università, centri di formazione professionale, agenzie interinali, agenzie per l’impiego e aziende del settore parteciperanno all’unica fiera del lavoro industriale del paese, allo scopo di mostrare l’offerta formativa attualmente esistente, di offrire consulenza e orientamento a studenti professionisti, di individuare il talento e promuovere l’inserimento lavorativo dei profili maggiormente qualificati. WORKinn offrirà presentazioni, un’area espositiva, laboratori e sale private per colloqui e riunioni.

CONFERENZE INTERNAZIONALI SU OIL&GAS E MANUTENZIONE

Infine, e sempre in concomitanza con la BIEMH, il Bilbao Exhibition Centre e l’operatore internazionale Easyfairs organizzeranno due conferenze internazionali, la Oil & Gas Conference e la Maintenance Innovation Conference. Le due conferenze permetteranno di offrire un punto di incontro annuale ai settori coinvolti in seguito all’inaugurazione, nel 2015 dei saloni Pumps & Valves e Maintenance.

BIEMH, UN APPUNTAMENTO CHIAVE PER IL TURISMO D’AFFARI

La BIEMH sarà uno dei principali appuntamenti del calendario di attività del Bilbao Exhibition Centre per il 2016, in quello che si prospetta un esercizio di consolidamento dopo un anno segnato dalla ripresa economica. Nel 2015, oltre 2550 espositori e 848.000 visitatori hanno preso parte ai 221 eventi che hanno avuto luogo nel complesso fieristico, che ha comportato un impatto economico di 73 milioni di euro.

Inoltre, essa rappresenta uno degli eventi più significativi per il turismo d’affari del Paese Basco, poiché si tratta della principale concentrazione industriale dell’anno in tutto il territorio spagnolo, capace di attrarre migliaia di fabbricanti e acquirenti provenienti dai cinque continenti. Al fine di offrire ai partecipanti un’esperienza completa, in cui trova spazio anche la gastronomia, la cultura e i paesaggi del territorio, il Bilbao Exhibition Centre lavora in stretta collaborazione con Basquetour, l’agenzia basca per il turismo, che dipende dal Consiglio regionale basco.

Related Posts

L’Ammonitore di gennaio
La prima punta a inserti multitaglienti per profondità del foro 7xD
Il nuovo Sandvik CoroBore® 825 antivibrante ottimizza sicurezza e produttività