Centro d’Eccellenza 5 Assi DMG MORI

A giugno è stato inaugurato il nuovo Centro d’Eccellenza 5 Assi presso la sede DMG MORI Padova a Veggiano. Il Centro si struttura come punto di riferimento per le aziende italiane utilizzatrici di macchine utensili per la lavorazione a 5 assi in simultanea.

 

Grazie alla collaborazione con Associazioni, Istituti di Formazione, tecnologi ed aziende di riferimento per i settori Stampi, Energia, Aerospace e Meccanica Generale, DMG MORI ha costituito un Comitato Tecnico per coordinare i progetti ad hoc e seguire i clienti durante l’intera catena di processo.

«L’obiettivo è gestire il Centro Tecnologico insieme ai clienti, fianco a fianco – spiega Diego Spini, Amministratore Delegato di DMG MORI Italia. Stiamo definendo i dettagli del Comitato, di cui faranno parte 6-7 aziende del Triveneto rappresentative di quella che è la varietà della lavorazione a 5 assi, dagli stampi al settore aerospace, energia e meccanica. Vogliamo che sia il territorio a guidarci attraverso questa esperienza, e noi metteremo a disposizione il nuovo centro, le macchine e il nostro know-how».

Il Centro d’Eccellenza 5 assi mette al servizio degli utilizzatori italiani di macchine utensili la propria esperienza offrendo la possibilità di verificare le tecnologie di fresatura a 5 assi direttamente a bordo macchina, eseguendo prove di lavoro in un ambiente tecnologicamente avanzato.

A supporto un team tecnico e commerciale di notevole esperienza, con il quale i clienti hanno avuto occasione di confrontarsi durante l’evento. DMG MORI si pone come obiettivo instaurare un rapporto aperto e costruttivo per rispondere al meglio alle esigenze del cliente. Pensiero condiviso dal Regional Sales Manager della sede di Padova, Lorenzo Fornasiero, che coordina le attività del Centro d’Eccellenza e dal responsabile dell’assistenza hot-line dell’area di Padova, Vinicio Cavaliere. «Questo progetto assicurerà grande visibilità alla nostra organizzazione, in un mercato come il nord d’Italia dove esiste una forte concentrazione di aziende che lavorano con macchine a 5 assi. Il centro risponderà alle loro richieste con studi di fattibilità sulla realizzazione dei pezzi che sino ad oggi non potevano essere svolti in Italia, con dispendio di energie, tempo e denaro, oltre alla barriera linguistica. Il cliente italiano predilige un interlocutore che parli la stessa lingua e che sia in grado di rispondere tempestivamente e concretamente alle sue esigenze. I clienti potranno portare i disegni su cui lavorare e, insieme al nostro staff, procedere con lo studio del progetto, i test di fattibilità e la realizzazione del pezzo. La velocità e la reattività nei confronti del cliente sono fondamentali, le tecnologie e le informazioni corrono veloci, occorre sempre più essere partner dei propri clienti, anche sul versante della formazione e del training».

Nella cornice dell’evento d’inaugurazione sono state esposte 25 macchine high-tech dell’ampia gamma DMG MORI con dimostrazioni in tempo reale di diversi settori applicativi.

Roberto Rebizzi è stato l’interlocutore privilegiato per coloro che hanno avuto necessità di approfondire tematiche di vendita e commerciali.

Anche in questa occasione, DMG MORI ha continuato la collaborazione con Federazione Nazionale CNOS – FAP, offrendo la possibilità agli studenti degli istituti tecnici di lavorare direttamente sulle macchine DMG MORI della serie Ecoline. Un’iniziativa concreta di dialogo tra il mondo della scuola e quello del lavoro attraverso la condivisione di esperienze professionali e formative, per avvicinare i giovani alla realtà d’officina e di produzione in un contesto fortemente dinamico ed stimolante. Un’opportunità di formazione e sperimentazione per approcciarsi concretamente alle richieste di un mercato che necessita di personale competente e preparato ad una operatività immediata, con brevi tempo d’inserimento. DMG MORI s’impegna a sostenere l’attività formativa degli istituti salesiani affinché i giovani operatori di macchine utensili abbiano le corrette competenze tecnico professionali per operare anche in officine ad elevato grado d’innovazione.

Come di consueto l’esposizione delle macchina è stata arricchita da appuntamenti di formazione e approfondimento settoriale.

La mattina è stata dedicata agli incontri di formazione tecnica gratuita dedicata alla programmazione dei controlli Siemens, Mapps e Heidenhain, che si sono svolti direttamente a bordo macchina a cura degli esperti di programmazione DMG MORI. Un momento di formazione concreta durante il quale i clienti hanno potuto prendere visione direttamente dal controllo numerico come ottimizzare la programmazione nelle lavorazioni a 5 assi. Particolare focus sull’innovativa interfaccia CELOS®, unica per tutte le nuove macchine high-tech di DMG MORI, che consente di gestire, documentare e visualizzare in modo completo i dati macchina, dell’ordine e del processo, attraverso semplici APP suddivise in cinque gruppi: Production, Utilities, Support, Configuration e Machine Views. In particolare le quattro nuove APP, Service Agent, Toll Handling, Job Scheduler, Messenger, puntano in particolare ad un ulteriore miglioramento delle attività di tempi e metodi e di organizzazione aziendale, oltre all’ottimizzazione della pianificazione operativa e manutentiva delle macchine DMG MORI.

DMG MORI ha lanciato una nuova sfida: 20 anni di generazione a confronto!

Nei primi giorni dell’evento si è svolto il seminario “Eccellenza 5 Assi. duoBLOCK® vs hi-dyn. Due generazioni a confronto”, un efficace match tra la nuova generazione duoBLOCK® e la serie di successo hi-dyn, ormai sul mercato dagli anni ’90 e fino ad oggi imbattuta nella valutazione dei nostri clienti.

Tramite lavorazione in tempo reale dello stesso particolare, si è dimostrato come la robustezza e precisione della serie hi-dyn siano state esaltate ed innovate nella versione duoBLOCK® 4th Generation. L’evoluzione compiuta in questi anni ha portato la duoBLOCK® 4th Generation ad un raddoppio di precisione, efficienza e performance rispetto alla serie precedente. Grazie ai rapidi significativamente migliorati e alla riduzione delle masse in movimento, la dinamica della struttura duoBLOCK® aumenta del 50% rispetto alla hi-dyn. L’ampio sistema di raffreddamento dei componenti della macchina comporta un notevole miglioramento della stabilità termica, a tutto vantaggio della precisione e stabilità di lavorazione.

Dai materiali difficili da lavorare del settore aerospace fino ai requisiti di massima perfezione delle superfici nella costruzione di stampi ed utensili, le macchine duoBLOCK® 4th Generation offrono le migliori premesse per risultati impeccabili nella lavorazione a 5 assi. Al termine della presentazione le due serie si sono sfidate in diretta. La vecchia generazione hi-dyn (DMU 80 P hi-dyn) e la nuova generazione duoBLOCK® rappresentata dalla DMU 80 P duoBLOCK®, sono state messe alla prova nell’esecuzione di un particolare in alluminio anticorodal lavorato da pieno, che ha richiesto l’utilizzo di 17 utensili nelle varie fasi di sgrossatura, foratura e finitura. Le due macchine hanno lavorato in contemporanea con un tempo di esecuzione di 17 minuti e 10 secondi per la duoBLOCK® contro i 20 minuti della hi-dyn.

Per l’occasione è continuato il ciclo d’incontri “Impresa e Tecnologia” dedicati alla gestione d’impresa del mondo della meccanica, focus in questo caso ovviamente la tecnologia di fresatura a 5 assi. Venerdì 12 giugno si è tenuto infatti il convegno Stampi & Automazione, in collaborazione con UCISAP, un confronto dedicato alla gestione d’impresa ed all’efficienza incrementata dai sistemi per l’automazione. L’incontro si è aperto sull’analisi dell’andamento del mercato attuale e le tendenze del settore degli stampi, che assiste ad un momento di crescita dopo il periodo buio degli scorsi anni. Oltre ai criteri economici-finanziari che ogni azienda deve valutare in fase d’investimento, gli stampisti stanno iniziando a valutare anche quei criteri che di solito appartengono di più alle aziende che si dedicano alla produzione di serie nell’ottica di rispondere efficacemente alle esigenze che provengono dal mercato. Sono sempre più richiesti elevati standard di flessibilità, da qui la possibilità di ridurre i tempi di produzione lavorando il pezzo in macchina con un unico piazzamento, garantendo al tempo stesso alti standard di precisione. Il grado dell’automazione delle realtà italiane è a livello abbastanza basso e rischia di diventare via via sempre più inadeguato dato l’andamento delle richieste del mercato, che si stanno sempre più approcciando alla produzione non presidiata. L’inesorabile trend verso la continua riduzione dei cicli di sviluppo prodotto e una sempre maggiore flessibilità produttiva dettano i nuovi standard anche in produzione.

La visione del mercato spinge gli operatori del settore a valutare se si è stati capaci di adattarsi alle esigenze del mercato e quindi di evolversi o se si è riluttanti al cambiamento. Analizzando l’evoluzione della lavorazione degli stampi, si nota come le prime realtà siano nate dalla costole di altre officine, dove i piccoli artigiani hanno investito sulla loro competenza e aperto nuove aziende. Solo però chi ha avuto lo spirito e la voglia di aggiornarsi, iniziando ad investire in attrezzatura all’avanguardia e al passo con le necessità tecnologiche dei clienti, è stato in grado di costituire una realtà strutturata con specialisti di reparto. Una realtà che ha saputo individuare la sua fascia di mercato, puntando alla leadership, un’azienda che pensa al futuro con un dialogo costante e costruttivo con clienti e fornitori.

È necessario però creare una rete che dia supporto agli stampisti, per fare sistema ed affrontare sia il mercato italiano che internazionale insieme. DMG MORI in quest’ottica promuove un dialogo costante tra associazioni di categoria e stampisti, anche tramite incontri e corsi di formazione, al fine di favorire un confronto e condividere le metodologie per incrementare l’efficienza di produzione.

Come ordinare in farmacia online al miglior prezzo? La definizione di disfunzione sessuale scuderia incapacità di mantenere un’erezione soddisfacente, agire secondo le stime, più di venti milioni di uomini negli Stati Uniti da soli. Incondizionatamente più popolari è Kamagra. Questioni come “Cialis negli Regno Unito” e “” sono molto popolari ora. Per tutti si sa si legge su “”. Diverse farmacie lo descrivono come “”. Diversi antidepressivi possono aggiungere a disfunzioni desiderio sessuale, per cui il suo significativo per collaborare con il farmacista in modo che la prescrizione può essere adattata alle proprie esigenze. Ci sono rischi possibili con alcuno tipo di farmaco. Mai prendere più della dose raccomandata di Kamagra. Se si immagina che si potrebbe avere preso una dose eccessiva di questo rimedio, andare al pronto soccorso del locale ospedale in una sola volta.

Related Posts

monoBLOCK Excellence Factory – digitale e automatizzata
Coronavirus -Il messaggio del Dr. Mori e di Mr. Thönes di DMG MORI
Emo Milano 2021 – Luigi Galdabini commissario generale