Forum per l’internazionalizzazione del Made in Italy FIMI 4.0

FIMI 4.0 – L’appuntamento annuale di Messe Frankfurt Italia Forum per l’internazionalizzazione del Made in Italy.

Il prossimo 10 dicembre, Messe Frankfurt Italia organizza a Milano il quarto FIMI – Forum per l’Internazionalizzazione del Made in Italy, che avrà come tema portante l’incontro tra creatività e tecnologia. L’evento di quest’anno, che si svolgerà in collaborazione con Elle Decor Italia presso l’Università Bocconi, sarà l’occasione per presentare l’Osservatorio Smart Factory & Smart People 4.0, dedicato all’interior decoration e al design, che analizzerà il mercato italiano e le realtà produttive di questi settori sul territorio nazionale, con un focus particolare sul fenomeno dell’ industrie 4.0. I risultati dell’Osservatorio, affidato a SDA Bocconi, che svolgerà l’attività di ricerca, saranno presentati alla fine del prossimo anno, attraverso un gruppo di lavoro composto da professori e collaboratori esperti. È arrivata la quarta rivoluzione industriale e non è possibile ignorarne le sue implicazioni in termini di utilizzo di nuove tecnologie e di nuovi cambiamenti organizzativi. Le molte aziende italiane che operano nei settori del tessile, dell’arredamento e dell’interior design hanno una nuova opportunità per rafforzare la propria leadership puntando su una revisione dei processi produttivi. Moda, gusto, design: elementi che possono e devono confrontarsi con le nuove tecnologie abilitanti, perché solo con l’innovazione supportata da un’adeguata capacità e modalità produttiva si possono ottenere frutti positivi in termini di competitività. Ritorno alla manifattura nazionale, grazie a una diversa logica produttiva. Più flessibilità ed efficienza, quindi minor dipendenza dalla mano d’opera a basso costo e maggior attenzione a figure professionali diverse, in grado di interagire con le macchine, installarle, manutenerle. Creatività e tecnologia possono e devono convivere agendo da nuovi motori per una vincente industria italiana dell’interior design.

«Per l’industria italiana che è molto basata sul manifatturiero, l’arrivo dell’Industrie 4.0 è un passaggio fondamentale per accrescere la propria competitività internazionale», commenta Detlef Braun, Member of the Executive Board di Messe Frankfurt GmbH. «Vogliamo far sedere insieme al tavolo produttori del mondo del design e attori del mercato delle tecnologie e insieme a loro analizzare realtà già attive nell’ottica 4.0 e trovare quindi la soluzione per aiutare le altre aziende che vogliono muoversi in questa direzione. In questo contesto Messe Frankfurt Italia si pone come punto di riferimento per il panorama italiano, rappresentando tutta la filiera che interagisce con il mondo del mobile e che contribuisce alla customizzazione».

«Da anni lavoriamo alla trasformazione di Hearst da editore print a produttore e distributore di contenuti su diverse piattaforme, mantenendo il valore e la centralità dei nostri brand. Partecipare in modo attivo all’affermazione delle nuove tecnologie industriali digitali che fanno parte del grande progetto di Industrie 4.0, capirne e seguirne le linee guida è diventato imperativo. I nostri magazine, le versioni digitali, i siti web e i social media collegati veicolano le informazioni che ci arrivano dal mondo dell’industria dei settori moda e design e noi siamo al fianco di queste aziende, attori del cambiamento, facendoci interpreti della nuova filosofia, coniugando la sapienza del fare artigiano con le istanze tecnologiche richieste dall’ Industrie 4.0. Una sfida che Elle Decor Italia sta affrontando al passo con le nuove tendenze dell’arredamento, degli stili di vita, dell’architettura e dell’arte, interpretandone trasformazione e gusti grazie ad una capacità di visione strategica e di monitoraggio del mercato globale davvero unici», ha dichiarato Giacomo Moletto, Amministratore Delegato e Direttore generale di Hearst Magazines Italia.

Il progetto di ricerca sarà seguito in prima persona da Carlo Alberto Carnevale Maffé, Professor of Strategy Bocconi University School of Management, che dichiara: «E’ importante incontrarsi per iniziare insieme un percorso di ricerca e di scoperta che ci permette di capire dove sta andando il settore dell’interior design, che impatto avrà la tecnologia in questo ambito e le conseguenze che tutto questo deve avere sulla filosofia imprenditoriale, sullo spirito di professionalità e di dedizione che le nostre aziende devono avere. Questa è la nostra sfida: raccogliere esperienze di chi ha già intrapreso un cammino di successo e condividerle per elevare questo straordinario settore italiano di un gradino ancora più alto».

Insieme a Detlef Braun, Giacomo Moletto, AD e Direttore Generale di Hearst Magazines Italia, Chief Executive Officer di Hearst Magazines Switzerland, aprirà l’incontro e a seguire vi saranno gli interventi di Giulio Cappellini, architetto, designer e art director e di Gabriella Lojacono, Professore Associato, Dipartimento di Management dell’Università Bocconi.

Al momento di confronto parteciperanno associazioni di settore come ANIE Automazione e Assil, attori di rilievo del panorama tecnologico quali COMAU Robotics e Bosch Rexroth, e il management delle aziende protagoniste del manifatturiero italiano tra cui Ceramica Catalano, Gruppo Zucchetti. Kos, Molteni & C Dada e Alvisi e Alvisi, oltre a Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia e Livia Peraldo Matton, Direttore Responsabile di Elle Decor Italia.

Related Posts

Adattarsi agli eventi e prepararsi alla ripartenza
Siemens per la formazione: nasce un laboratorio 4.0 nel Polo Tecnico Scientifico Fermi-Giorgi di Lucca
Forum Meccatronica – maturità digitale e nuovi traguardi tecnologici