Intralogistica – sistemi modulari flessibili per processi efficienti e trasparenti che durano nel tempo

Modularità, flessibilità, efficienza, ergonomia, funzionalità su misura, disponibilità 24×7, economicità e sostenibilità sono valori fondamentali sia per le tecniche di trasporto, i sistemi di stoccaggio, i nastri a pavimento, i sistemi di movimentazione e le attrezzature di carico, sia per i sistemi informatici per magazzini, l’identificazione automatica, il controllo di impianti e processi.

Tutti questi elementi saranno in primo piano al salone transport logistic, in programma a Monaco di Baviera dal 4 al 7 giugno 2013, dove verranno presentati sistemi e tecnologie per l’ottimizzazione dei processi logistici. L’offerta espositiva sarà arricchita da forum e convegni sui temi attuali e sulle esigenze future dell’intralogistica.
Inoltre quest’anno, i trasporti interni saranno collocati per la prima volta in un padiglione dedicato, il B1. In collaborazione con la Fiera di Hannover l’area dell’intralogistica sarà rafforzata e ampliata sotto l’insegna “CeMAT@transport logistic”.

La definizione di transport logistic come “salone internazionale di logistica, mobilità, IT e gestione della supply chain” sottolinea l’importanza di sistemi di intralogistica che siano quanto più efficienti, disponibili e flessibili. Una supply chain può essere infatti strutturata in maniera ottimale solo se tutti i nodi e le stazioni funzionano perfettamente da un punto di vista logistico. Per fare questo servono soluzioni e tecnologie di stoccaggio, trasporto, preparazione degli ordini e approntamento di articoli e lotti di spedizione che siano ritagliate sulle esigenze specifiche di ciascun cliente e, al tempo stesso, flessibili per rispondere alla domanda e alle condizioni variabili del mercato. A questo si deve aggiungere una gestione informatizzata della logistica che assicuri il trasferimento delle informazioni e la trasparenza dei dati online lungo tutta la catena di processo.

Prodotti e sistemi innovativi per la soluzione professionale, economica e sostenibile di esigenze complesse saranno in vetrina a transport logistic 2013 nei settori dedicati all’intralogistica, ai sistemi per la gestione dei magazzini, all’identificazione automatica e agli imballaggi.
Aziende produttrici e fornitrici presenteranno sistemi, tecnologie e componenti per lo stoccaggio, il trasporto, la movimentazione, la preparazione, l’imballaggio, il ribaltamento e la distribuzione di merci, oltre a sistemi per il controllo di impianti, IT per la logistica e sistemi per la gestione dei magazzini.

“La nostra partecipazione sarà incentrata sui sistemi per la gestione dei magazzini destinati a fornitori di servizi di logistica nell’industria e nel commercio,” anticipa il Dott. Matthias Schweizer, responsabile marketing di viastore systems. “L’elemento più importante è la scalabilità, per consentire l’ampliamento e l’aggiunta di nuove funzionalità quando necessario. Il software è infatti concepito per crescere insieme alle esigenze dell’utilizzatore senza essere sostituito, ad esempio quando vengono aggiunte nuove aree di stoccaggio e sistemi di preparazione ordini manuali o automatici, oppure quando l’azienda assume la gestione di diversi clienti operando come magazzino multimandatario.”
Altrettanto importante la “raccolta flessibile di parametri specifici, i KPI, per la misurazione e la pianificazione dei processi e dei fabbisogni.”

L’intralogistica si ritroverà anche nel programma collaterale. Un tema centrale nei forum all’interno del padiglione B1 sarà la fornitura di servizi logistici. Mercoledì 5 giugno, dalle 14.00 alle 15.30, il Fraunhofer-Institut für Materialfluss und Logistik (IML) terrà un convegno intitolato “Intralogistica per le società di servizi logistici: flessibile e mutevole come un camaleonte”. Nel convegno moderato dall’Ing. Guido Follert, direttore del reparto macchine e impianti dell’IML di Dortmund, si discuterà di soluzioni tecniche per la logistica dal punto di vista dei fornitori di servizi logistici, con una panoramica dei sistemi software integrati per la realizzazione di sistemi intralogistici flessibili e aperti a cambiamenti e modifiche. “Soluzioni intralogistiche per le società di servizi logistici? Dall’individuazione delle esigenze alla soluzione efficiente” sarà il tema del forum organizzato dalla rivista specializzata f+h giovedì 6 giugno dalle 16.00 alle 17.30.

Di professioni nell’intralogistica si occuperà l’associazione dei costruttori tedeschi di macchine e impianti (VDMA) nel convegno “Intra-cosa? Intralogistica: opportunità e percorsi di carriera in un settore interessante per il futuro”, venerdì 7 giugno dalle 10.00 alle 11.30.

Quali saranno i temi e le tendenze principali nel futuro dell’intralogistica? Dal punto di vista di viastore systems, “le richieste dei mercati, i megatrend e la risposta alle aspettative dei consumatori porteranno a una crescente penetrazione dei software, a soluzioni più semplici, a una maggiore automazione e a una concatenazione intelligente dei processi.”
Per Julia Isert, direttore marketing di Toyota Material Handling Deutschland, sottolinea due aspetti: efficienza energetica e livello di automazione maggiore. “I clienti sono sempre più disposti a installare nastri trasportatori a pavimento a risparmio energetico.” Di conseguenza, “cresce l’interesse per attrezzature con tecnologie di azionamento alternative”. Inoltre “notiamo una tendenza verso l’utilizzo crescente dell’automazione, finalizzato a incrementare la creazione di valore per l’impresa”. Nel nuovo centro di competenze per le soluzioni logistiche di Göteborg, ad esempio, è stato sviluppato un trasportatore a pavimento automatico che “segue automaticamente l’operatore e lo supporta nelle attività di picking”.

Per maggiori informazioni, www.transportlogistic.de e www.aircargoeurope.com