Non macchine ma soluzioni

La strada vero la fabbrica digitale è ormai tracciata. Punto di partenza, non certo di arrivo, EMO 2017, la kermesse internazionale dedicata al mondo dell’asportazione di truciolo metallico.

Industria 4.0 ha modificato sostanzialmente il paradigma costruttivo dei produttori di macchine utensili, impegnati a proporre soluzioni tecnologiche da inserire in fabbriche caratterizzate da nienti dal processo produttivo ed elaborare informazioni utili a ottimizzare il processo stesso in tempo reale e senza la presenza di documenti cartacei.

Sistemi di monitoraggio costantemente connessi in rete, e sistemi di controllo e gestione basati su app e quindi disponibili anche per smartphone e tablet, hanno modificato altresì il ruolo degli operatori all’interno della fabbrica. D’altronde l’interfaccia uomo-macchina (in inglese HMI, Human Machine Interface) è uno dei temi più attuali nel campo dell’automazione industriale, e le piattaforme disponibili oggi puntano a una progressiva fusione tra questi due mondi.

Una delle frasi più ricorrenti ascoltate in fiera è “noi vogliamo creare valore ai nostri clienti”, perché, non bisogna dimenticare, che lo scopo ultimo della quarta rivoluzione industriale è molto chiaro e semplice: aumentare la produttività con l’ottimizzazione del processo produttivo. Cosa significa però oggi “creare valore”? Significa dare concretamente la possibilità al cliente di sfruttare l’analisi dei Big Data provenienti dal campo attraverso un patri- monio informativo generato dall’interconnessione.

Ma c’è anche l’altra faccia del mondo della lavorazione dei metalli: la deformazione della lamiera. L’affermazione delle tecnologie informatiche all’interno delle imprese, a tutti i livelli della catena produttiva, ha trasformato i “sistemi di produzione tradizionali” in “sistemi di produzione intelligenti” anche nella lavorazione della lamiera. Di questo, e molto altro, si parla all’interno dello speciale del numero di ottobre in distribuzione dedicato alla Smart Factory.

Related Posts

La nuova divisione Camozzi Machine Tools a EMO 2019
L’Ammonitore di settembre
L’Ammonitore di Luglio