Premio “Top Investor” a Prima Industrie

Prima Industrie riceve il premio “Top Investor” per aver realizzato rilevanti investimenti in Cina.

Prima Industrie S.p.A, azienda che opera  nel settore ad alta tecnologia dei sistemi laser e di lavorazione della lamiera e dei componenti elettronici per applicazioni industriali, ha ricevuto il premio “Top Investor” per il 2015, nell’ambito dei “China Awards 2015” organizzati dalla Fondazione Italia Cina e Milano Finanza (in partnership con la Camera di Commercio Italiana in Cina e il patrocinio della Camera di Commercio Italo Cinese), con l’obiettivo di premiare le aziende italiane che meglio hanno colto le opportunità del mercato cinese e delle aziende cinesi che meglio hanno colto le opportunità del mercato italiano.
Nel corso di una cerimonia di premiazione di aziende, istituzioni e personalità italiane e cinesi che meglio
hanno colto le opportunità offerte dalle relazioni economiche e culturali tra Italia e Cina, il premio
consegnato a Prima Industrie è stato un riconoscimento alla società per essersi distinta per i rilevanti
investimenti realizzati in Cina.

Il premio è stato ritirato da Domenico Appendino, Vice-President JV’s and Business Development (sinistra), e Flavio Gregori, Executive Vice-President China (destra nella foto).
Prima Industrie, presente in Cina fin dagli anni ’90, ha realizzato di recente un importante investimento
per rafforzare la propria presenza diretta sul mercato cinese tramite la realizzazione di uno stabilimento
produttivo a Suzhou (70 km da Shanghai) per la realizzazione di prodotti (macchine laser, punzonatrici e
piegatrici) destinati al mercato cinese, che rappresenta il primo mercato al mondo in termini di
assorbimento di macchine utensili.
La società, Prima Power Suzhou, ha altresì lo scopo, tramite un rafforzamento della presenza diretta, di
potenziare l’immagine del brand Prima Power finora essenzialmente legato a macchine di importazione.
Alla presenza diretta produttiva si è accompagnata anche una riorganizzazione della rete di vendita e
assistenza post-vendita che è passata sotto il controllo diretto di Prima Industrie e, solo marginalmente
gestita da un distributore.
Per la realizzazione del nuovo stabilimento di Prima Power Suzhou Prima Industrie ha investito circa 5,6
milioni di dollari, provenienti dalla liquidazione di precedenti investimenti effettuati in Cina attraverso JV
con quote di minoranza insieme a partner locali.
Anche se i costi di start-up, interamente spesati a conto economico, comprimono ad oggi la redditività, le
attività in Cina hanno consentito al Gruppo Prima Industrie di registrare nell’anno 2015 ricavi
sostanzialmente invariati in tale area, nonostante un significativo calo del mercato cinese di riferimento
di circa il 20%.

Related Posts

Nuova data per Lamiera 2021
Lavorazione lamiere: molto più che semplice meccanica
L’Ammonitore di Luglio