Digitalizzazione strategia vincente per Siemens Italia

Digitalizzazione parola chiave per Siemens Italia con risultati record.

Siemens in Italia ha chiuso l’esercizio 2016 al 30 settembre con un fatturato di 1.901 milioni di Euro, registrando un aumento del 7% rispetto al precedente anno fiscale. Questi risultati sono frutto di una strategia basata sulla digitalizzazione e importanti progetti avviati.

Un dato, questo, possibile grazie alle ottime performance di tutte le divisioni.

A partire dal comparto industriale, che ancora una volta con le divisioni Digital Factory e Process Industries and Drives è riuscito a superare anche alcune incertezze dei propri mercati di riferimento garantendo performance in ulteriore crescita e confermando con i propri volumi circa la metà del fatturato complessivo di Siemens Italia. Oltre ai progetti in corso e ai nuovi ordini siglati, è continuato ad emergere con forza sempre maggiore il ruolo unico e completo di Siemens verso le sfide dell’Industria 4.0, già affrontate con un sinergico lavoro di posizionamento in termini di business, tecnologia, formazione e comunicazione, queste ultime sviluppate nel centro tecnologico di Piacenza.

Un risultato che ci riempie di orgoligo tenuto conto che il mercato italiano vive in stagnazione ma che vogliano archiviare con piacere guardando verso il futuro. La nostra organizzazione riflette il piano della nostra vision 2020 ovvero crescita in energia sostenibile, infrastrutture intelligenti  e fabbriche intelligenti” dice Federico Golla, Presidente e Amministratore delegato di Siemens Italia in occasione della conferenza stampa di inizio anno alla presenza del nuovo CFO di Siemens SpA, Ricardo Arglebe.

Nel corso dell’esercizio 2016 e nei primi mesi del nuovo, Siemens Italia ha avviato programmi orientati ad una crescente digitalizzazione delle strutture e delle infrastrutture delle aziende clienti. In questo ambito si inserisce l’immutato impegno nei progetti smart cities grazie alla collaborazione con varie amministrazioni in Italia e al supporto fornito  nella partecipazione a bandi nazionali e europei.

La vision 2020 dello scorso anno diceva che Siemens si impegna in tre grandi aree di mercato che sono l’elettrificazione, l’automazione e la digitalizzazione. La crescita dell’elettrificazione è stata di circa il 2%, l’automazione classica, che occupa per noi il primo posto nel mondo, è cresciuta di circa il 4% ma meno della digitalizzazione che si sta pesantemente affacciando sui mercati come leader dello sviluppo tecnologico“.

In questo ambito Siemens rafforza la propria posizione di digital company con l’obiettivo di crescere ogni anno – a doppia cifra – nei mercati del software, dei servizi digitali e delle piattaforme cloud fino al 2020. Nell’esercizio fiscale 2016, la società ha generato un fatturato di oltre un miliardo di euro con i servizi digitali e di circa 3,3 miliardi con le
soluzioni software; un incremento annuale di circa il 12%, ben al di sopra della crescita annua del mercato di riferimento che si attesta attorno al 8%.

Per sviluppare ulteriormente l’innovazione, Siemens prevede di aumentare gli investimenti in ricerca e sviluppo nell’anno fiscale 2017 di circa 300 milioni raggiungendo così un totale di circa 5 miliardi di euro. Dal 2014, gli investimenti in R&S della società sono cresciuti del 25%. Una parte significativa di questi fondi aggiuntivi sono destinati all’automazione, alla digitalizzazione, ai sistemi energetici decentralizzati e alla nuova unità next47. L’intensità di ricerca, che equivale al rapporto tra gli investimenti in R&S e il fatturato complessivo, è stata del 5,9% nel 2016. La cifra crescerà ancora nel 2017.

 

 

 

Related Posts

Coronavirus -Il messaggio del Dr. Mori e di Mr. Thönes di DMG MORI
Siemens per la formazione: nasce un laboratorio 4.0 nel Polo Tecnico Scientifico Fermi-Giorgi di Lucca
Cobot e umani, spazio per tutti