Nuovo sistema automatico Amada TK-L

Presentato il nuovo sistema automatico Amada TK-L per la separazione e impilaggio dei pezzi lavorati da un laser a ottica volante.

In occasione dell’open house dello scorso 18 novembre, è stato presentato presso il Technical Center della sede italiana di Pontenure (PC) il nuovo sistema automatico Amada TK-L per la raccolta, separazione e impilaggio automatici dei pezzi lavorati. Esso consente il prelievo di pezzi con geometrie complesse grazie alle ventose indipendenti, una semplice modalità di programmazione offline. Il sistema è compatibile con tutti i laser Amada ad ottica volante. Durante l’evento il nuovo sistema TK-L è stato inserito in un impianto FMS composto da laser in fibra LCG 3015 AJ e torre automatica Aslul.

20161118_113413

Il sistema è caratterizzato da 3 assi X, Y e Z più uno C di rotazione al polso del robot, tutti movimentati da servomotore. La velocità degli assi X e Y è di 120 m/min con corse rispettivamente di 2900 e 3940 mm; la velocità dell’asse Z è di 20 m/min con corsa di 500 mm. La velocità dell’asse C è di 1,2 s/90°.

 

Spiega Pierluigi Vaghini (nella foto) reponsabile Ufficio Engineering di Amada Italia “Amada ha ritenuto necessario studiare un sistema industrializzato che consente la separazione dei pezzi dopo che gli stessi sono stati lavorati attraverso un laser a ottica volante per agevolare e gestire nella maniera più efficiente possibile questa operazione ritenuta erroneamente semplice.

Pierluigi Vaghini

Per fare ciò abbiamo voluto metterci nei panni dei nostri clienti per capire le reali necessità di possedere una tecnologia di questo tipo. Oltre alla motivazioni più classiche, ci siamo resi conto ascoltando la voce degli utilizzatori che l’obiettivo più importante è arrivare alla soddisfazione del cliente finale che a sua volta è diventato sempre più esigente. Per questo motivo Amada ha puntato a rendere questo sistema più automatico e indipendente possibile per semplificare e rendere più economico il processo produttivo. Il sistema TK-L consente di programmare i pezzi tagliati, realizzare il taglio, mettere a disposizione i pezzi tagliati su un bancale e fare la separazione di questi pezzi automaticamente tramite un robot“.

 

 

Related Posts

Coronavirus -Il messaggio del Dr. Mori e di Mr. Thönes di DMG MORI
L’Ammonitore di novembre/dicembre
Cobot e umani, spazio per tutti