Tecnologie additive per la Mole Valentino Tesla

Skorpion Engineering ha realizzato i componenti estetici della Mole Valentino Tesla con tecnologie additive.

Le tecnologie additive saranno le protagoniste al Salone dell’Auto Parco Valentino. Dall’8 al 12 giugno, infatti, verrà presentata la Mole Valentino Tesla con personalizzazioni additive realizzate da Skorpion Engineering nel nuovo centro produttivo di Trofarello.

Il modello unico al mondo nasce dalla volontà di un collezionista di conferire carattere e unicità a una delle auto più “chiacchierate” nel panorama automobilistico attuale.

Una Tesla Model S P90D con doppia trazione elettrica da 760 cv è stata rivisitata da un pool di eccellenze italiane per esaltare il Made in Italy e lo stile automobilistico che ha fatto la storia, e verrà presentata in anteprima alla seconda edizione della rassegna automobilistica all’aperto più importante d’Italia.

«Questa collaborazione ci dà la possibilità di esemplificare la sfida che Skorpion Engineering ha lanciato ormai da diversi anni. – afferma Italo Moriggi, General Manager dell’aziendaPensare additive è per noi una vera e propria missione. La sfida che lanciamo per sfruttare al massimo le potenzialità ed esaltare l’utilizzo delle tecnologie additive è chiedere ai designer lo “sforzo” di iniziare a pensare Additive. Bisogna comprendere il paradigma e dare vita a forme nuove. Additive significa saper creare qualcosa che fino a ieri non esisteva liberandosi da quei vincoli tecnici che le lavorazioni tradizionali ci imponevano. La griglia realizzata per questa serie limitata identifica questo nostro messaggio.»

 Descrizione del progetto

Per la serie limitata Mole Valentino Tesla, Skorpion Engineering ha messo in campo diversi servizi e tecnologie.
Il primo step è stato caratterizzato dalla scansione 3D di tutti i particolari che sono stati rilevati per ottenere un riferimento matematico su cui effettuare le personalizzazioni.

I paraurti anteriore e posteriore così come le minigonne e lo spoiler sono stati realizzati in carbonio tramite stampi in resina, gli inserti invece sono stati prodotti con la tecnologia FDM.

I Fari ed i fanali sono stati realizzati abbinando tecnologie additive e sottrative.

Il particolare della Mole Valentino Tesla sul quale Skorpion Engineering ha dedicato la massima attenzione è quello delle griglie simbolo del pensiero additive interamente prodotte con la tecnologia additiva e modellate secondo il principio del “Think additive”.

55 mix di tecnologie

Grazie all’utilizzo di un mix di tecnologie e ai diversi attori e professionisti coinvolti, la serie limitata Mole Valentino conferma l’innovazione portata dalla casa madre Tesla abbinando carattere e aggressività alla perfezione.

Tecnologie additive e non solo permetteranno una drastica riduzione dei tempi di lavorazione ma soprattutto la totale personalizzazione della vettura.

 

 

 

Related Posts

Weerg – con ProX SLS 6100 nuovo colore alla stampa 3D
ADDIT3D 2019 – confermata la presenza dei principali leader del settore
A MSV 2017 Comau presenta le soluzioni avanzate per la saldatura e stampa 3D